Crea sito
REGINA DEGLI APOSTOLI



Preghiera Mariana - Festa Regina degli Apostoli

"Sotto lo sguardo della Regina Apostolorum"
(AD 93)

In questa preghiera mariana, nella Solennità della Regina degli Apostoli,
contempliamo alcune icone della vita di Maria in chiave vocazionale.

 

Introduzione - Volgendo lo sguardo a Maria, così come l’ha intesa Don Alberione, la vediamo tutta protesa a darci Gesù e ad orientarci ad essere discepoli e apostoli di suo Figlio come lo è stata lei. Maria è la Madre che, prendendosi cura di tutti i fratelli del Figlio suo, accompagna ogni uomo all’incontro con Lui e alla realizzazione del disegno d’amore che il Padre ha su ciascuno. «Maria fu creata per l’apostolato di dare Gesù Cristo al mondo: Lui Via, Verità e Vita; Lui Maestro, Sacerdote, Ostia, Dio! Il quale volle che avessimo tutto per mezzo di Maria». «Maria dà sempre Gesù, come un ramo che sempre lo porta e l’offre agli uomini: passibile, glorioso, eucaristico, Via, Verità, Vita degli uomini. È l’Apostola di Gesù; non di parole soltanto, ma di mente, di volontà, di cuore. [...] Maria è dunque: l’Apostola, la Regina degli Apostoli, la esemplare in ogni apostolato, la ispiratrice di tutte le virtù apostoliche. Canti a Lei il cielo! canti la terra! e per Lei e con lei e in Lei ogni lode salga alla SS. Trinità». Maria Regina degli Apostoli è per Don Alberione la Madre delle vocazioni, per cui occorre che “Tutto il lavoro per le vocazioni si compia da Maria, per Maria, con Maria, in Maria”. In questa preghiera mariana, nella Solennità della Regina degli Apostoli, contempliamo alcune icone della vita di Maria in chiave vocazionale.

Canto

1. L’annuncio dell’Angelo a Maria

Guardando all’icona dell’Annunciazione ogni chiamato trova le linee essenziali dell’azione del Dio che chiama e gli atteggiamenti fondamentali dell’uomo che risponde e sente aprirsi davanti a sé gli orizzonti della missione.

Lettura: Lc 1,26-38

Da Don Alberione: «Quando Maria pronunciò il suo “Ecce ancilla Domini, fiat mihi secundum Verbum tuum”, divenne la Madre del gran sacerdote, la madre di ogni bella vocazione. Ella accolse, nutrì, accompagnò nell’infanzia, nella vita privata e pubblica la più bella vocazione. Ella in modo simile si comporta con ogni anima chiamata al sacerdozio, alla vita religiosa, all’apostolato. A Maria Regina degli Apostoli si chiedono operai per la messe evangelica. A Maria si affidano i chiamati nella giovinezza e nel periodo della formazione. Con Maria ed in Maria compiamo il nostro lavoro apostolico.»

Padre nostro - 10 Ave Maria – Gloria al Padre

Breve ritornello cantato
- Festa della Regina - Liturgia ORE propria - word

2. Maria porta Gesù ad Elisabetta

Come Maria ogni chiamato deve uscire da sé e mettersi a servizio del disegno di Dio su tutta l’umanità. E’ l’andare ogni giorno a portare Gesù lì dove è chiamato a vivere. Lettura: Lc 1,39-46 Da Don Alberione: «Bisogna allargare il cuore e quindi pregare per tutta l’umanità. [...] Pensare a tutti, pregare per tutti e attendere che tutti arrivino a far parte del popolo di Dio, del nuovo popolo di Dio. Un cuore largo! E quindi il cuore conformato al cuore di Gesù, che chiama tutti; e il nostro cuore conformato al cuore di Gesù: quello che Lui, Gesù, desidera e vuole e chiede, cioè: che tutti pensiamo a tutto il genere umano, a tutti gli uomini».

Padre nostro - 10 Ave Maria – Gloria al Padre

Breve ritornello cantato

3. Maria a Cana

Ad ogni chiamato Maria ripete “Qualsiasi cosa vi dica, fatela”, disponendo così lo spazio all’ascolto profondo della volontà di Dio.

Lettura: Gv 2,1-11

Da Don Alberione: «Chi conosce i disegni divini? A noi l’impegno di tenere l’orecchio aperto per sentire il suono della campana divina; l’ora di Dio! Che la Regina Apostolorum può anticipare: così come fece alle nozze di Cana quando Gesù aveva risposto il “non è venuta ancora la mia ora”. Maria, con la sua missione e fede, la fece anticipare».

Padre nostro - 10 Ave Maria – Gloria al Padre

Breve ritornello cantato

4. Maria sotto la croce

Parlando della Regina degli Apostoli Don Alberione si è riferito costantemente al Calvario, all’“Ecco tuo figlio... Ecco tua madre” (Gv 19,26-27), facendo risaltare in tante meditazioni l’insegnamento della maternità spirituale di Maria.

Lettura: Gv 19,25-30

Da Don Alberione: «Capaci a vivere e morire per le vocazioni. È quello che ha fatto Gesù. [...] Offrir proprio la vita, e il lavoro, e tutto quel che si incontrerà nella vita a Gesù per le vocazioni.»

Padre nostro - 10 Ave Maria – Gloria al Padre

Breve ritornello cantato

5. Maria con gli Apostoli in attesa dello Spirito Santo

Maria nel Cenacolo ha un posto tutto particolare: è Colei che, per l’esperienza vissuta insieme a Gesù, può aiutare gli altri a prepararsi a vivere l’esperienza trasformante dello Spirito. Pur nella discrezione, la sua è una presenza attiva, di sostegno, di guida per gli apostoli e i discepoli, aiutandoli a crescere e ad aprirsi allo Spirito. È l’Apostola per eccellenza. Nel Cenacolo Maria prega con gli apostoli, prega per gli apostoli, li prepara alla missione.

Lettura: At 1,12-14

Da Don Alberione: «Oh! Guardare alla Regina degli Apostoli. Sì. Apostoli. E apostoli son tutti quelli che Gesù ha chiamati: i dodici; quelli che Gesù ha chiamato nei secoli, e son tanti! Quelli che Gesù continua a chiamare: o religiosi sacerdoti, o religiosi laici, o sacerdoti diocesani, o suore e suore di tanti istituti, o laici che fanno apostolato e si danno come membri degli istituti secolari, o anche, liberamente si danno a un apostolato nella Chiesa di Dio. [...] Maria è con voi.»

Padre nostro - 10 Ave Maria – Gloria al Padre

Canto: SALVE REGINA

Preghiera ecumenica a Maria

Salve, o Maria, nostra Madre, Maestra e Regina.
Ascolta benignamente la supplica che ti presentiamo secondo il volere di Gesù:
“Pregate perché il Padrone della messe mandi operai alla mietitura”.
Volgi i tuoi occhi misericordiosi sopra i miliardi di uomini viventi.
Moltissimi sono smarriti nelle tenebre, senza un padre, un pastore, un maestro.
Il Signore ti ha fatta apostola per dare al mondo Gesù, Via e Verità e Vita.
Rivolgendosi a te, troveranno la via per arrivare a Gesù.
Per te: tutti i cattolici, con tutte le forze, per tutte le vocazioni, per tutti gli apostolati!
Per te: tutti i fedeli per tutti gli infedeli,
tutti i ferventi per tutti gli indifferenti,
tutti i cattolici per tutti gli acattolici.
Per te: tutti i chiamati corrispondano,
tutti gli apostoli siano santi,
tutti gli uomini li accolgano.
Ai piedi della croce il tuo cuore si è dilatato
per accoglierci tutti come figli.
Ottienici un cuore apostolico, modellato sul tuo cuore,
su quello di Gesù e di san Paolo;
perché un giorno possa averci tutti, apostoli e fedeli,
attorno a te in cielo.
Benedici, o Maria, Maestra e Regina, i tuoi figli.

(beato. Giacomo Alberione)

www.alberione100anni

 

 

 

torna su