Crea sito
IL MAGNIFICAT DI DON ALBERIONE

 



SANTUARIO REGINA DEGLI APOSTOLI

MAGNIFICA IL SIGNORE, ANIMA MIA 1

L’anima mia esalta Maria*
e il mio spirito ha gioito
in comunione con la mia Madre, Regina e Maestra;
perché Dio ha guardato all’umiltà della sua Serva*
ed ecco che tutti i celesti e i terrestri la dicano beata.
Poiché il Potente ha fatto in lei grandi cose*
e l’ha voluta Immacolata,
Vergine-Madre e Assunta in cielo.
E la misericordia di Maria
si estende di generazione in generazione*
su quanti l’amano e la cercano.
La sapienza, la potenza e l’amore di Lei*
 salvano gli umili di mente e di cuore.
Ella attira a sé tutti coloro che la contemplano*
e corrono al seguito dei suoi profumi.
Riempie di beni gli affamati,*
dona ai ciechi la luce del cuore.
Ella ha dato al mondo Gesù, il Maestro,*
il frutto benedetto del suo seno.
Ed egli si è fatto per noi sapienza e giustizia da Dio,*
santificazione e redenzione per tutti i secoli.
Gloria al Padre


1 Si può intitolare questo cantico “Variazioni sul tema” dell’inno lucano di Maria. Comparve sul bollettino “San Paolo” del 1° maggio 1935, a conclusione di un articolo che illustrava jl nuovo quadro della Regina Apostolorum,  dipinto su tela da Gian Battista Conti su commissione di don Alberione. La gioia prorompente del Fondatore è ben espressa in questa preghiera a Maria, recitata e cantata come un esaltante inno di lode, parallelo all’evangelico “Magnificat”.  (G. Alberione, Preghiere, p.166).


G.B. Conti, Regina Apostolorum, Sacrestia del Tempio
di San Paolo, Alba, 1932.


REGINA DEGLI APOSTOLI